Il bullo si è sparato sui piedi da solo.

Voleva mangiarsi il mondo e ha finito col doverlo semplicemente leccare dalla parte non esposta al sole.

Il segretario della Lega e vice ministro Matteo Salvini, reduce da innumerevoli vittorie elettorali e comunicative, ebro di gloria per essere riuscito a › Leggi ancora

I pastori sardi ricevuti dal ministro dell’interno.

Probabilmente Salvini ha previsto problemi di ordine pupubblico tra le greggi della Sardegna ed è immediatamente intervenuto per sedare la rivolta degli agnelli. Ovviamente la mossa non è influenzata dalle prossime elezioni dove spera di incularsi di nuovo Di Maio.› Leggi ancora

Urlare paga? Si, però dipende da come si urla.

Salvini urla, ma, fa credere che ruggisce un leone e guadagna voti.
Di Maio urla, ma, come se si stesse dando della gran martellate sui coglioni e perde voti.
Anche urlare bisogna saperlo fare e, soprattutto, i tuoi sodali devono › Leggi ancora

Tanto tuonò che piovve.

I due condottieri e mezzo, che guidano ora il governo, tanto hanno urlato, strepitato, minacciato, inveito, deriso, ostentato, ingiuriato, insolentito, oltraggiato (insomma rotto i coglioni) a tutti, in Italia e nel mondo, che alla fine hanno colto il risultato.
Infatti, › Leggi ancora

Finalmente è tornato Di Battista.

Col ritorno di Di Battista, si è infine ricostituito il prestigioso trio che, agli occhi del mondo, tanto onora l’Italia.
Infatti, come il famoso Bartolomeo Colleoni che, come è noto, con grande orgoglio si fregiava nelle sue armi di tre › Leggi ancora